Tag: Venere

Venere in Cancro o dell’amor incostante

Venere in Cancro o dell’amor incostante

In questo mese di giugno Venere transita in Cancro. Unendosi fra qualche giorno anche la Luna, si potrà assistere come ogni anno, alla massima espressione dell’amore buio, crepuscolare, al mare, in una notte di plenilunio. Sembra facile dire che Venere in Cancro favorisce l’amore incondizionato (Venere) per la famiglia (Cancro). E ne conseguirebbe che tutti quelli con Venere in Cancro sono felicemente accoppiati sotto un tetto di quattro mura. Grave errore!! Se ci sono due Segni così lontani e così quadrati, sono proprio il Cancro e la Bilancia, domicili di Luna e di Venere. L’asino casca proprio qui perché non ha le ali e non può vedere dall’alto come l’acqua del Cancro scivoli senza lasciare traccia sul marmo di Venere. Da cent’anni e più conosco un Leone con Venere in Cancro che insegue il nucleo dell’uovo, ma con il piglio del Leone e la mutevolezza del Cancro. Venere in Cancro è troppo instabile per mettere radici. Gira per i 12 Segni e se li passa tutti battendo il record persino del Sagittario e dei Gemelli. Il Cancro però getta un’onda di calore impetuoso e fasciante sulla Venere botticelliana. Allora diventa sensuale, fantasiosa, notturna, avvolgente, di un amore quasi “uterino”. Chi ha Venere in Cancro quando si sente innamorato, perde letteralmente la luce del giorno. Scatta una sorta di memoria visiva dell’oggetto amato che si spalma di notte nei sogni. Non è un’ossessione, è un ricordo, una visione che accompagna durante la veglia e durante il sonno. Peccato che la Luna due giorni dopo cambia Segno. Venere cancerina si sveglia e pensa di aver fatto un “bellissimo sogno” e a volte un “bellissimo incubo”. Se il sogno persiste e insiste nonostante il cambiamento repentino di Segno, allora le cose si fanno serie. Venere in Cancro approfondisce questo sentimento materno stabilendosi per 28 giorni a casa dell’essere amato o ospitandolo per 28 giorni. Se al passaggio del mese gli innamorati sono ancora tali, allora si andrà avanti per altri 28 giorni senza numeri primi. Tra le varie cose lette su Venere in Cancro, mi è piaciuta la definizione di Ciro Discepolo nella sua Guida all’Astrologia: “E’ uno dei fattori più probabili di infedeltà affettiva data la vulnerabilità all’influenza altrui di questi soggetti che sono dei romantici, sentimentali, idealisti, sognatori che possono essere plagiati da una carezza sulla mano o da uno sguardo innamorato….Venere in Cancro è l’espressione di un uragano di sentimenti, di passione, di tenerezza e di calore umano, ma anche l’indice di una immaturità affettiva…”  Una curiosità: Venere in Cancro per un soggetto femminile duplica e centuplica lo Yin, per un uomo accade lo stesso. Entrambi vivranno sempre amori da sogno (anche in senso letterale). 

 OM

Il Segno Zodiacale del Toro (Semplicemente Rosso)

Il Segno Zodiacale del Toro (Semplicemente Rosso)

Ariete e Toro sono i primi due Segni dello Zodiaco ai quali corrisponde “la semplicità”, cioè quello che vedi è. L’Ariete usa la forza e la velocità per affermare il corpo e il Toro usa la forza per “solcare le zolle” con ritmo lento e costante. Dello stesso parere è Barbault che a proposito del simbolismo del Segno scrive: “In natura il Toro simbolizza la condensazione dello slancio dell’Ariete e la materializzazione delle forze creatrici che si configurano nell’abbondanza delle forme”: Dall’Ariete spunta il seme e nel Toro arrivano i frutti della tarda primavera. Venere domina questo Segno come fecondità piuttosto che come edonismo. Il Toro è direttamente in contatto con la Natura, per questo lo si può considerare un istintivo o un essere permeato di “eco compatibilità”. Leggendo su questo Segno non si comprende quindi perché il rosso lo eccita e la muleta lo fa impazzire. Sempre secondo Barbault il tipo Toro muta a seconda della Dominante Planetaria. Se “fredda” (Luna e Saturno) allora troviamo il classico tipo “pesante, placido, pascolante”, se invece calda (Sole, Marte Giove) allora subentra il tipo che odia il rosso, che ama l’arena, super attivo, collerico, istintuale ai massimi livelli. Interessantissima questa analisi di Barbault poiché permette di comprendere esattamente la propria natura. Controllate quindi se avete Dominante fredda o calda così capite perché un Toro è così e l’altro colà. Ma c’è poi bisogno di consultare l’oroscopo? Se il rosso davanti vi eccita e vi fa imbestialire la risposta è già data. Quello che mi raccomando è di non applicare questa teoria ai conti correnti. E qui subentra un altro aspetto taurino, quello del possesso materiale e della necessità di avere solidità finanziaria. Venere qui si occupa di rendere la dimora non tanto accogliente, quanto d’impatto, con tappeti imponenti e mobili  “pesanti” proprio per sottolineare la stabilità e la ricchezza del Segno. Gli oggetti venusiani, per i nativi Toro, servono per abbellire la casa oltre che il corpo. Se Venere Bilancia è minimale nell’arredo del proprio grembo, Venere Toro esprime nell’abitazione le forme rotonde di Venere Afrodite. Il “pragmatico” Sementovsky cita testualmente: I tipi Toro mostrano la tendenza alla stabilità anche nell’ambiente in cui vivono: amanti dell’ordine e delle cose belle (e ciò corrisponde alle caratteristiche del pianeta Venere) cercano di sistemare le proprie abitazioni con gusto e in modo che soddisfino questi loro desideri sempre vivi e ai quali non rinuncia mai. E ancora: Ambiente piacevole, appartamenti ben arredati e la cucina curata sono le mete preferite delle sue ambizioni. […] Sono molto sensibili ai complimenti e alle lusinghe di coloro che frequentalo la sua casa. Ma come è l’affettività del Toro? Se Venere lo governa dovremmo essere a nozze in senso letterale. Tutti i Toro sono sposati, tutti i Toro sono infedeli, tutti i Toro calcolano il patrimonio del partner. Secondo i pensatori astrologici l’amore del Toro è essenzialmente procreativo e concede poco al romanticismo, ma molto alla sessualità. Sulla fedeltà non ci sono rivelazioni particolari. Dal mio punto di vista, se la coppia regge sulla “solidità degli immobili”, non sembra che il Toro cerchi avventure che inoltre lo farebbero deviare dai suoi programmi. Barbault chiama il Toro “ruminante psichico” e da questo deriva “la fedeltà, la costanza, l’attaccamento, la sopportazione ecc. ecc.”. La coppia Toro-Scorpione è fortemente intrisa di corrispondenze a livello psichico, ma Toro e Bilancia possono “spaccare” e fare una montagna di soldi. (cit. rap)

OM

Il sorpasso (di Venere sul Sole)

Il sorpasso (di Venere sul Sole)

Da circa una settimana Sole e Venere sono appaiati agli stessi gradi nel Segno dell’Ariete. Tutti i manuali di Astrologia sconsigliano la stretta congiunzione poiché provocherebbe troppa frivolezza. L’Io sarebbe una farfalla felice e leggiadra e non avrebbe peso. La personalità acquisterebbe un fascino greco egiziano, la forza mista alla bellezza e il maschile sarebbe pieno di femminile. Perché allora viene sminuita questa congiunzione? Contesto ciò in questo contesto. Chi è nato in questi giorni o chi compie la Rivoluzione Solare entro i 9 gradi del Segno arietino, dovrebbe portare un po’ di leggerezza soave e di alleggerimento dell’Io in un futuro prossimo. Per il momento osserviamo il soprasso di Venere che nella prima curva a sinistra si porterà oltre il Sole, dunque sarà una Venere che aspetta l’Amore anziché andargli incontro (l’interessante teoria di Rudyard su Venere Espero e Venere Lucifero).

OM

Dolce Venere di Rimmel

Dolce Venere di Rimmel

Da alcuni giorni Venere è entrata nel suo domicilio esaltato e preferito, cioè il Segno dei Pesci. Qui il pianeta blu da il massimo del suo splendore, ma non del suo furore. “Mi immolo, mi sacrifico, ti amo, vi amo tutti e vi curo tutti con il mio grande amore”. Questo è il senso del pianeta nel Segno nettuniano. Chi ha Venere in Pesci raramente si farà abbagliare dalla solitudine presente in fondo al cuore del pianeta. Preferirà di gran lunga soffrire empaticamente con il partner, con gli Altri, con il cosmo, piuttosto che considerare se stessi come unici depositari del calvario della vita. Sì perché il misticismo in questo caso rasenta l’esasperazione o per essere più gentili “l’esaltazione”. Venere in Pesci ama la bellezza ad alti livelli e coglie questa bellezza profondamente, intrinsecamente. Un abbigliamento ricercato è altra caratteristica sia dei Pesci che della posizione di Venere nel Segno. Mentre Venere Bilancia gode del primato dell’alta moda e Venere in Toro della capacità di accostare colori forti e diversi in modo originale, Venere in Pesci li supera entrambi ed entra nella pura fantasia del vestire; così possiamo vedere il freak clown fuori dagli schemi, ma non dall’armonia dell’azzardo oppure il pastello arricchito di contrasti, come una sorta di arlecchino sbiadito. Chi ha Venere nel Segno pescino deve pure fare attenzione alla linea visto che la sofferenza viene sublimata nella gola incentivando pranzi e cene “gargantueschi”. Da quello che ho visto i maestri pasticceri attingono alle simbologie venusiane di Nettuno, dove il “fritto” diventa arte e la crema cola da tutte le parti. Se parliamo del sesso, visto che parliamo di Venere, ci si deve aspettare dalla posizione venusiana pescina, un tipo di sessualità straordinariamente basata sulla sensualità, sulla fantasia mentale, ma anche sulla necessaria comodità nel fare all’amore. Direi che preferiranno candele e incensi piuttosto che squallidi bagni di discoteca, a meno che per un istante (e spesso accade) questa Venere non si ricordi che si trova nell’oceano di Nettuno e nel caos primordiale, allora il comfort diventa secondario e il cosmo il proprio partner.

OM

Sincronicità del numero 12 e la congiunzione Venere Giove in Acquario

Sincronicità del numero 12 e la congiunzione Venere Giove in Acquario

Il giorno 12 febbraio (solo per qualche ora) Venere e Giove sono congiunti al 12° grado nel Segno dell’Acquario. Venere e Giove sono coinvolti da questo numero, perché Venere è esaltata nel dodicesimo Segno dello Zodiaco (i Pesci) e Giove dominava il dodicesimo Segno fino a poche centinaia di anni fa. Questa congiunzione, quasi sempre favorevole, è più di quanto si possa immaginare in termini di pacifismo, di rotondità del corpo e dell’anima, di affabili relazioni sociali basate sulla cortesia e sulla diplomazia. In termini sentimentali Venere con Giove non cerca avventure, non provoca tradimenti, ma la relazione si basa innanzitutto sull’unione legale di Giove, poi su una fitta rete di rapporti familiari e per finire in una totale devozione al partner, da non confondere con la sottomissione. Con questo aspetto le persone sono molto accomodanti, com’è nell’indole sia di Giove che di Venere e amano l’arte, il bello, il comfort, la musica, le grandi dimore. Pagano ovviamente in termini di facciata, di perbenismo, di difesa ad oltranza dei valori “borghesi” (ma si dice ancora?). Importante è pure il patrimonio che è sorretto sempre da eventi fortunati che ruotano attorno alle ricchezze. Trovandosi attualmente questa congiunzione in Acquario, la visione amorosa è tendenzialmente più aperta, meno schematica, ma sembra non venire mai meno il senso etico che è racchiuso in Venere Giove. Mi raccomando se siete single e siete Acquario non puntate sul numero 12, a meno che non nasciate proprio oggi.

OM

Venere in Acquario (secondo Belysario)

Venere in Acquario (secondo Belysario)

Da qualche giorno Pianeta Blu transita nel Segno di Urano, che attualmente è occupato dai due pianeti importanti, Saturno e Giove. Chi nasce in questo periodo si ritrova una discreta congiunzione di Venere con il Capro e il Centauro. Chissà se abbracceranno i dettami di Saturno o se invece preferiranno le delizie di Giove in totale apertura acquariana. Ho leggiucchiato di qua e di là, tra libri e internet, la definizione di Venere in Acquario. Son sempre le stesse cose, a volte trite, altre volte tritate più volte e cioè l’ampiezza di vedute dal punto di vista sentimentale, l’impossibilità di stringere legami duraturi, bla bla e ri-bla. Mi è piaciuta la definizione del grande divulgatore astrologico Max Frisari che riporto: “Vita sessuale molto varia e favorita dalla mancanza di inibizioni e pregiudizi. [..] Attraente magnetismo personale, sexy appeal irresistibile” e ancora “il soggetto crea amicizie amorose che possono essere solide e durevoli”. Penso che Venere in questo Segno tolga molto a se stessa da un punto di vista sensuale o di sottile seduzione, ma ne aumenti in egual misura il concetto di Amore o la disinvolta necessità di esplorarlo. Non è tanto il sesso che muove Venere in Acquario, quanto l’idea romantica dell’amore romantico e nel contempo la necessità intima di relazionarsi con le altre persone ovviamente senza distinzione di razza, genere ecc. ecc. Per questo motivo ho trovato molti riferimenti alla omosessualità che deriverebbe da questa posizione di Venere o dai rapporti stretti tra Venere e Urano. Questa lettura non mi ha mai convinto, poichè mi pare o che esuli o che sia una forzatura. Certamente Venere in Acquario è una bellissima posizione, travolgente, se si ha pure il Sole in Acquario o in Ariete, meno se il Sole si trova in Capricorno o in Pesci. Una volta vidi un Sagittario con Venere in Acquario. Non pagò mai un centesimo di alimenti perché mai si sposò.

OM

Venere in Cancro a 0 gradi

Venere in Cancro a 0 gradi

Oggi Venere si trova nel Cancro, abbandonando i Gemelli dove ormai stazionava da mille mesi. Chi ha Venere in questo Segno è mutevole come la Luna ovviamente, ma ho visto comunque famiglie e amori  ben saldi, poiché la mutevolezza era sopraffatta dall’immenso amore che questo Segno produce. Per una settimana circa, il Pianeta Blu formerà un sestile con Urano proiettando l’amore verso l’infinito e oltre oppure verso una libertà di pensiero e di azione molto forte. Se siete del Toro o del Cancro dovreste lanciarvi verso avventure impossibili, ma segnate dall’emancipazione dalla coppia tradizionale. Dopo questa bella sfuriata con Urano, Venere si opporrà ai tremendi pianeti nel Capricorno fomentando giusti tradimenti, crisi psico amorose e abbandoni dei tetti in favore di camere separate. Questo transito riguarda essenzialmente il Capricorno, il Cancro, l’Ariete e la Bilancia nel bene e nel “oddio sto poco bene”. Favoriti invece i Pesci e lo Scorpione che convoleranno a giuste nozze o a giuste avventure sotto il cielo lunare. Gli altri Segni guarderanno le coppie esplodere o formarsi, esclamando come la mitica “Rita delle Ande”: Gesù, che freddo!

OM

 

Una magnifica “combine” per il Toro

Una magnifica “combine” per il Toro

Esattamente il 5 marzo 2020 Venere lascia l’Ariete ed entrerà nel Segno del Toro e fin qui tutto bene, poichè si trova nel primario domicilio. Dopo tre giorni, proprio l’8 marzo (o lotto marzo, come volete) Pianeta Blu è da poche ore congiunta ad Urano a 3 gradi in Toro. Il termine “combine” ha una accezione negativa nella lingua italiana, ma in questo caso il termine, che ha anche il significato di “mietitrebbia”, ben si associa al Toro. Le grandi macchine di Urano operano efficacemente nella Terra del Toro. Si può assistere a fenomeni estremi per questo Segno: amori sconvolgenti, fulmini di Cupido che cadono a pioggia, matrimoni altrettanto improvvisi perchè “nel Novecento quando eri incinta ti dovevi sposare”. A suffragare questa apoteosi amorosa, detta Venere durante la permanenza nel Toro, compie trigoni con Giove, ma soprattutto con Eros, asteroide dei piaceri amorosi a tutto tondo. Urano ha sempre però un rovescio, per cui alcune coppie salteranno per aria a causa di tradimenti condivisi (tipo Alta infedeltà bilaterale), altre si apriranno al mondo e scopriranno che là fuori, “oltre il giardino”, c’è proprio un altro mondo.  Se questo è il quadro astrologico, ne consegue che il Toro è direttamente interessato alle scosse elettriche, seguono a ruota il Capricorno e la Vergine che useranno queste scosse più in modo creativo, mentre  Pesci e Cancro metteranno un pizzico di concretezza nei loro viaggi “chiamati amore”. Il Sagittario e l’Ariete schivano l’effetto Venere in quanto hanno già preso molto dal pianeta durante il transito in Ariete, mentre il Leone si ritrova spiazzato, ma soltanto quando la Luna durante il mese sarà in Toro. Lo Scorpione rimane il solito mistero doppio poichè si dimena e barcamena con successo tra le opposizioni e i sestili. Gemelli e Bilancia approfittano del passaggio venusiano, i primi perchè vivranno amori bui e invisibili e i secondi perchè Venere in Toro è un po’ come “giocare in casa”. Ultimo viene l’Acquario che, nonostante i pianeti siano quadrati dal Toro, saprà riconoscere il vero amore soltanto lontano, non dal cuore, ma da tutto ciò che è “territorio conosciuto”.

Ciao bella Venere, ciao

Ciao bella Venere, ciao

Venerdì 7 febbraio Venere abiterà nei Pesci per l’ultimo giorno, di un ultimo mese, di un ultimo anno, di un ultimo sempre. Rispetto ad un anno fa circa, quando Pianeta Blu stava nel Segno di Nettuno, la diversità dei rapporti planetari, cambia vistosamente il quadro. L’anno scorso Venere quadrava con Giove, mentre quest’anno il passaggio di Venere in Pesci ha coinciso con un bel sestile dello “zio ” Giove, Zeus, Jupiter. Il sestile è più favorevole della quadratura e sono convinto che le unioni amorose di queste ultime settimane siano nate sotto la protezione di Zeus, nonostante la dissonanza di Marte dal Sagittario. D’altronde non è che si può avere sempre tutto perfetto. Soprattutto in love, for love, forever love. Ci vediamo dopodomani in Ariete, così la follia controllata è sempre assicurata!