Tag: Greta Thunberg

Capricorni con un grande Eco

Capricorni con un grande Eco

I am Greta – Una forza della natura, è un notevole documovie sull’attività planetaria di Greta Thunberg, portatrice del “Fridays for Future”. Sul docufilm se ne può parlare solo bene, poichè l’unico gigantesco difetto è che è doppiato, ma per fortuna su Praim Amazzonico si può scegliere lingua e sottotitoli. E’ necessaria la lingua originale per cogliere le emozioni di Greta espresse attraverso le parole. Del suo Tema Natale si osserva un grande Capricorno con Venere e Marte congiunti in Scorpione. I pianeti lenti sono tutti perfetti tra loro, mentre i personali di Greta sembrano stare al centro di questa kermesse planetaria. Nel 2020 avremmo dovuto ridurre le emissioni di Co2. Ovviamente i potenti della terra fingevano di interessarsi, promettendo due anni fa, a Greta e al mondo,  di abbattere questo tipo di inquinante. Paradossalmente ci ha pensato il Covid, anche se solo per pochi mesi, con il lockdown che ha spazzato via le polveri sottili in un attimo. L’aspetto che ho gustato nel film è Greta quando riflette sui politici e sui regnanti della Terra. Sembra che li osservi come si dice “da fuori” intuendo palesemente una sorta di “Grande menzogna” celata dietro le loro parole. Una sacrosanta verità che Greta rende candidamente dall’alto dei suoi pochi anni. Il docufilm, più che da vedere, sarebbe da inglobare dentro l’anima.

OM

Cambiamenti climatici, astrologia e Greta del Capricorno

Cambiamenti climatici, astrologia e Greta del Capricorno

Il cambiamento del clima è in essere da decenni. Colpa dell’umanità? Certo. Naturale evoluzione di madre Terra? Certo. Inclinamento dell’asse terrestre di circa un decennio fa? Certo. La certezza è data dal dubbio. Nel frattempo osservo questo periodo particolare dove astrologicamente la Natura è protagonista. Il ritorno di Saturno, tipo Batman Return, ha implementato piccole e grandi catastrofi. La congiunzione, che durerà ancora fino a Natale circa, di Saturno, Plutone e Giove in Capricorno esalta il lato “agricolo”, “rurale”, terreno del mondo. Però ricordiamo che Saturno è il costringente, Plutone il rigenerante e Giove il crescente. Tutte queste energie sono indirizzate alla Terra. Assisteremo poi, proprio a Natale, ad una clamorosa, (quanto di rara ricorrenza) di Giove e Saturno che si “accordano” nel Segno dell’Acquario, ma per questo ci vediamo a Natale

Saturno porta il freddo, Giove la pioggia e Plutone la lava. Sul freddo e la pioggia si può essere d’accordo, ma la lava? Plutone è il dio degli Inferi ed è chiamato “L’invisibile”, è in analogia con malattie degenerative, profonde e invisibili. In gergo estrae “il marcio che c’è in Danimarca”. Quindi aiuterebbe il processo di rigenerazione della Terra e di tutti gli esseri ad essa collegati. La domanda è: cosa fa Giove, oltretutto in un Segno a lui poco congeniale? Probabilmente se non ci fosse, saremo già sprofondati o inghiottiti come Atlantide. Giove ha questa capacità salvifica, mistica, pacificatrice di accordare le parti. In questi giorni di ottobre si sta spingendo prepotentemente in moto diretto verso Plutone e Saturno e li raggiungerà tra un mese circa. Speriamo che Zeus compia la missione. Intanto tra 2001 e Toy story, Greta Thunberg è nata il 3 gennaio sotto il Segno del Capro:

Jupiter to infinity and beyond!

OM

WhatsApp chat