Tag: Gemelli

Il Segno zodiacale dei Gemelli visto dalla “finestra di fronte”

Il Segno zodiacale dei Gemelli visto dalla “finestra di fronte”

Di solito tutti i Segni amano il proprio specchio, l’Atro, il Segno opposto al proprio. Le famose coppie Toro-Scorpione, Pesci-Vergine ecc. ecc… Nel caso dell’asse Gemelli Sagittario ci troviamo di fronte alla Conoscenza, quella rapida e sintetica dei Gemelli e quella analitica e intuitiva del Sagittario. Per questo Max Jacob a proposito del Sagittario, esordisce nel suo libro Specchio d’Astrologia, con questa frase: Il Sagittario ama i Gemelli (ma non il contrario). La facilità comunicativa dei Gemelli stimola e incuriosisce il Sagittario, sempre pronto a pontificare, ad ascoltare e ad elargire consigli e conigli. Ogni tanto il Centauro si immedesima nella superficialità gemellina, ma cade sempre sul “suo ultimo metro”. Gli eterni adolescenti, i Dioscuri, i guerrieri, i giornalisti, gli scrittori dalla penna facile, i “comunicatori” per antonomasia. I parlatori, gli arguti, i “flirtanti”, i curiosi, i simpatici, i Castore a volte, i Polluce talaltre. Se li trovate appaiati, siete rovinati. I mentitori, i pettegoli, i divoratori di libri o di “righe” di una rivista. I Gemelli ti lasciano facilmente. Dopo un po’ si stancano, si dimenticano e cercano nuove avventure sociali. Amici, amori, relazioni pubbliche, è tutto in divenire o meglio un girare attorno al mondo gemellino come un trottolino. Sono nervosi i Gemelli? Certo che sì! Anatomicamente a Mercurio, signore del Segno, corrisponde il sistema nervoso oltre che le mani, le braccia e i polmoni. Nel video sui Gemelli, la Morpurgo parla di depressioni facili a causa di cadute di nervi, ma con pronta ripresa. Da quello che ho vissuto assieme ai Gemelli, ricordo sì leggere psico cadute, ma effettivamente, l’immediata risalita le faceva dimenticare con facilità. Ricordo però anche la loro spontaneità teatrale, la loro innocenza e soprattutto la loro “spensierata allegria”. Parlano le lingue, apprendono le medesime con facilità. Scrivono, traducono, gettano ponti tra l’udito e la parola. Creano linguaggi, usano i segni, hanno le mani “dorate”. La terza fatica di Ercole, la raccolta dei pomi d’oro del giardino delle Esperidi, sottolinea il numero tre (le fanciulle leggiadre che custodiscono i frutti sono tre) e il serpente delle cento teste si ritrova nella simbologia medica come Caduceo di Ermes. Mercurio è il messaggero degli dei, un postino del ‘900 e un curatore di mailing list in questo secolo. Il Gemelli compra, vende, scambia, va al mercato, sta nelle piazze, urla dalle bancarelle. Conoscendo bene i propri simili, il Gemelli sa che quell’oggetto va venduto a quello e l’altro al talaltro. Gli affari sono alla base del Segno. Sulla teatralità e sulla menzogna, si può fare riferimento alla trappola perpetrata da Castore e Polideuce ai danni di Ida e Linceo. I Gemelli gesticolano, agitano mani e braccia. La parola è accompagnata sempre dal corpo, dagli arti superiori, che siano spallucce o ampi gesti con le mani. Bellissima l’immagine di Barbault quando si addentra nel simbolismo gemellino: la terza porzione della primavera fa conquistare l’aria alle piante del Toro che si sollevano in rami e fronde, portando la fotosintesi clorofilliana alla massima ampiezza, in analogia con l’apparto polmonare. Tutto è duale in questo Segno. E l’amore? Come lo vivono questi doppi amanti del doppio? Curiosamente il Sementovsky abbraccia la statistica del Gemelli che si accompagna con maggior frequenza a partner esattamente opposti alle proprie idee, quasi a controbilanciare la sua natura “libera e farfallina”. Però non sarà il Sagittario, ma piuttosto una Vergine o un Capricorno o magari un Leone. Per quello che ho visto il Gemelli amoroso è esattamente uguale al Gemelli globale. Si sposano, sì, vivono in coppia sì, ma è soltanto perché a volte perdono Castore e a volte Polideuce. Ma, ripeto: se li trovate in coppia siete rovinati.

OM

 

Il Segno Zodiacale dei Gemelli secondo Belysario

Il Segno Zodiacale dei Gemelli secondo Belysario

Il Gemelli vede doppio perché beve per due. Questa è una immagine chiave per comprendere bene la razionalità gemellina. Se Mercurio è la Ragione, i Gemelli devono bere nel boccale dei Pesci. Da qui si comprende che il Gemelli è tipo razionale brillante, non razionale oscuro come il Mercurio vergineo. Il Gemelli va bene in matematica, ma meglio nelle lingue oppure andrà bene a scuola in tutte le materie, poiché “tanto sta sempre attento e non ha bisogno di studiare perché apprende senza sforzo alcuno”.

Amo i Gemelli perché sono un Sagittario. Così come lo Scorpione ama il Toro perché è uno Scorpione. Gli opposti si specchiano e si somigliano? Questa è una teoria interessante che spezza una lancia a favore di Castore e Polluce. Un Gemelli non può fare a meno dei suoi due lati, quello oscuro o quello bianco. Se uno ama la lussuria, l’altro amerà l’essere casto. Se uno ama studiare, l’altro amerà fare l’amore o magari amoreggiare citando Kant. Se conversi con un Gemelli non puoi mai annoiarti. Dovresti incontrarlo per fare un viaggio, per fare feste, per organizzare meeting e convegni.

Leggendo qua e là si percepisce che i Gemelli mangiano poco, hanno diete sane e equilibrate, a volte sono addirittura macrobiotici nervosi, che sono alti e dinoccolati. L’altro giorno incontro una persona, un maschio. Non tanto alto, piuttosto in forma, come si dice, quasi tendente al “grassottello”. Ama la buona tavola, i vini, i liquori. Scusi, dico, lei di che Segno è, per curiosità? Gemelli, lui risponde. A me pare azzeccata la risposta che stravolge tutto ciò che sappiamo del Segno.

I Gemelli parlano, molto, troppo, tantissimo. Affabulano, e non è un modo di dire. Cercate dei Gemelli tra le vostre conoscenze e chiedetegli di fare due chiacchiere. 4 sono solo per loro, a voi può rimanere qualche breve interruzione nella valanga verbale gemellina.

Per questo motivo agiscono poco o meno di quello che dovrebbero. Se lo facessero in proporzione alle parole cambierebbero il loro destino, ma non in quello di un Pesci.

E sono simpatici questi Gemelli, Talmente simpatici che quando li incontri li fiuti immediatamente. Emanano delle onde comiche e allegre che vengono percepite e ti puoi fidare da un punto di vista emotivo. Un po’ meno sull’affidabilità poiché Peter e Pan difficilmente raggiungono un accordo.

Il Mito del Gemelli Dioscuri

Il Mito del Gemelli Dioscuri

Tutti sanno che la costellazione dei Gemelli fu creata da Zeus come ricompensa dell’amore fraterno fra Castore e Polluce. Meno noto è che i Dioscuri hanno uno specchio altrettanto forte rappresentato dall’altra coppia dei Gemelli rivali, Ida e Linceo. Tutti e 4 grandi guerrieri spartani che eccellevano in varie specialità e tutti negli elenchi della spedizione degli Argonauti. I miti vogliono che l’uno diede morte all’altro o anche viceversa finchè non rimase solo Polideuce che rifiutò  l’immortalità, se non fosse stata condivisa con Castore. Zeus disse: Un giorno in cielo e un giorno in terra per entrambi, per sempre. E poi chi chiediamo quanti lati hanno i Gemelli!!!

Finale Mondiali 2018: Croazia e Francia astrologicamente alla pari

Finale Mondiali 2018: Croazia e Francia astrologicamente alla pari

La nazionala croata fu fondata sotto il Segno dei Gemelli, mentre quella francese sotto l’Ariete. Ordunque il Cielo sopra Mosca alle ore 17 presenta una parità quasi assoluta di pianeti favorevoli alle due squadre. Forse l’Ariete francese potrebbe sembrare più in difficoltà poichè ha due pianeti contrari. I Gemelli croati pescano soprattutto da Marte in trigono piuttosto favorevole alle competizioni sportive, mentre l’Ariete francese si avvale dei trigoni leonini di Luna e Mercurio. Li trovo più morbidi e rilassati questi franco-juventini che incrociano corpi celesti non certo agguerriti. Vince la Croazia? Vince la Francia? Il pollo ve lo svelerà quanto prima.

 

WhatsApp chat