Categoria: Toro

Il grado 12 del Toro secondo l’Astrologia esoterica

Il grado 12 del Toro secondo l’Astrologia esoterica

Secondo le antiche tradizioni, questo grado esprime rabbia e rivalità. La visione comune è questa: Un cane tiene un osso, corre a tutta velocità per scappare da un altro cane che lo insegue per prendergli l’osso, mentre due comari s’ingiuriano, vicine a percuotersi. Grado femminile, luminoso, di possesso egoista, di Marte. L’invidia impedirebbe ai soggetti coinvolti in questo grado di ricercare cose più vicine alla propria portata, senza cercare nell’altro “l’osso rubato”. Rudhyar “modernizza” questa visione con questa immagine: Un facchino trasporta bagagli pesanti. Questo peso eccessivo è frutto di spese fuori controllo o di altri carichi sociali. Si tratta di riconoscere “in se stessi” la capacità di far crescere la propria coscienza individuale senza emulare o invidiare o rubare a qualcuno.

OM

Il Segno Zodiacale del Toro (Semplicemente Rosso)

Il Segno Zodiacale del Toro (Semplicemente Rosso)

Ariete e Toro sono i primi due Segni dello Zodiaco ai quali corrisponde “la semplicità”, cioè quello che vedi è. L’Ariete usa la forza e la velocità per affermare il corpo e il Toro usa la forza per “solcare le zolle” con ritmo lento e costante. Dello stesso parere è Barbault che a proposito del simbolismo del Segno scrive: “In natura il Toro simbolizza la condensazione dello slancio dell’Ariete e la materializzazione delle forze creatrici che si configurano nell’abbondanza delle forme”: Dall’Ariete spunta il seme e nel Toro arrivano i frutti della tarda primavera. Venere domina questo Segno come fecondità piuttosto che come edonismo. Il Toro è direttamente in contatto con la Natura, per questo lo si può considerare un istintivo o un essere permeato di “eco compatibilità”. Leggendo su questo Segno non si comprende quindi perché il rosso lo eccita e la muleta lo fa impazzire. Sempre secondo Barbault il tipo Toro muta a seconda della Dominante Planetaria. Se “fredda” (Luna e Saturno) allora troviamo il classico tipo “pesante, placido, pascolante”, se invece calda (Sole, Marte Giove) allora subentra il tipo che odia il rosso, che ama l’arena, super attivo, collerico, istintuale ai massimi livelli. Interessantissima questa analisi di Barbault poiché permette di comprendere esattamente la propria natura. Controllate quindi se avete Dominante fredda o calda così capite perché un Toro è così e l’altro colà. Ma c’è poi bisogno di consultare l’oroscopo? Se il rosso davanti vi eccita e vi fa imbestialire la risposta è già data. Quello che mi raccomando è di non applicare questa teoria ai conti correnti. E qui subentra un altro aspetto taurino, quello del possesso materiale e della necessità di avere solidità finanziaria. Venere qui si occupa di rendere la dimora non tanto accogliente, quanto d’impatto, con tappeti imponenti e mobili  “pesanti” proprio per sottolineare la stabilità e la ricchezza del Segno. Gli oggetti venusiani, per i nativi Toro, servono per abbellire la casa oltre che il corpo. Se Venere Bilancia è minimale nell’arredo del proprio grembo, Venere Toro esprime nell’abitazione le forme rotonde di Venere Afrodite. Il “pragmatico” Sementovsky cita testualmente: I tipi Toro mostrano la tendenza alla stabilità anche nell’ambiente in cui vivono: amanti dell’ordine e delle cose belle (e ciò corrisponde alle caratteristiche del pianeta Venere) cercano di sistemare le proprie abitazioni con gusto e in modo che soddisfino questi loro desideri sempre vivi e ai quali non rinuncia mai. E ancora: Ambiente piacevole, appartamenti ben arredati e la cucina curata sono le mete preferite delle sue ambizioni. […] Sono molto sensibili ai complimenti e alle lusinghe di coloro che frequentalo la sua casa. Ma come è l’affettività del Toro? Se Venere lo governa dovremmo essere a nozze in senso letterale. Tutti i Toro sono sposati, tutti i Toro sono infedeli, tutti i Toro calcolano il patrimonio del partner. Secondo i pensatori astrologici l’amore del Toro è essenzialmente procreativo e concede poco al romanticismo, ma molto alla sessualità. Sulla fedeltà non ci sono rivelazioni particolari. Dal mio punto di vista, se la coppia regge sulla “solidità degli immobili”, non sembra che il Toro cerchi avventure che inoltre lo farebbero deviare dai suoi programmi. Barbault chiama il Toro “ruminante psichico” e da questo deriva “la fedeltà, la costanza, l’attaccamento, la sopportazione ecc. ecc.”. La coppia Toro-Scorpione è fortemente intrisa di corrispondenze a livello psichico, ma Toro e Bilancia possono “spaccare” e fare una montagna di soldi. (cit. rap)

OM

La quadratura perfetta e il 13° grado del Toro secondo l’Astrologia esoterica

La quadratura perfetta e il 13° grado del Toro secondo l’Astrologia esoterica

Per alcune ore il Sole in Toro quadrerà perfettamente con Saturno in Acquario. Il grado coinvolto è il 13°.

Non so se sia da attribuirsi al numero 13 che di solito richiama la fortuna in senso ampio, ma la “costante” di questo grado indicata sia dal Calendario Tebaico che dall’Astrologia Indù e da altri vari “lettori” di questo misterioso Zodiaco a 360 gradi, è quella di un sommo grado di rettitudine morale e di giustizia. E non solo: l’immagine di un uomo in una falegnameria e una squadra e un piano sopra un tavolo, simboleggiano il senso di efficienza, di ordine e di “geometrie”, che rendono l’individuo completo e sempre più assomigliante ad un tipo Bilancia perfetto. Anche Pitois parla di carattere “conciliatore” .

Rudhyar amplia questo concetto di purezza e perfezione mostrandoci questa immagine: Dei bambini giocano sulla spiaggia mentre dei crostacei si muovono al bordo dell’acqua. Sembra una visione cancerina, ma non dimentichiamo che la Luna è esaltata nel Segno del Toro, il Segno procreatore per definizione. Venere sembra dunque permeare questo 13° grado taurino. La quadratura che in questi giorni si osserva in Cielo può danneggiare i nati oggi poiché da adulti si chiederanno: “Ma perché ho così difficoltà nel lavoro? Eppure sono un bimbo eco compatibile”

OM

Camminando al 10° grado del Toro (secondo l’Astrologia esoterica)

Camminando al 10° grado del Toro (secondo l’Astrologia esoterica)

L’Esagramma n. 10 de L’I Ching è “Il procedere”, un camminare senza una meta, ma soltanto per il senso esplorativo del “non fermarsi” e andare avanti. Difatti il successivo, il n. 11, rappresenta “La pace”, cioè una sorta di meta spirituale raggiunta grazie al “procedere”. Dice il libro: Ciò che procede non dimora, ciò che procede non sta.

In questi giorni i pianeti sono transitati sopra Urano a 10 gradi del Toro.

Tra Janduz, il Tebaico, Pitois ecc, il grado Dieci taurino è riferito sia ad un cammino costellato di ricchezze e di fortuna, sia ad un’ombra di avarizia e cupidigia presenti nel grado. Un corvo che osserva invidioso il tesoro di un sovrano del decimo grado è la costante anche nell’Astrologia Indù.

Rudhyar invece assegna al grado il concetto di coltivazione dell’Io con questa immagine: Una donna che annaffia i fiori nel suo giardino e che ama i fiori del proprio giardino, sviluppando quel concetto di possesso che è la linea conduttrice del Segno generico del Toro. Se Il Sole occupa questo grado l’Io sarà solo Super Io, mentre se Venere lo occupa, l’amore sarà esclusivo e dominatore.

La Biblioteca di Belysario (20)

La Biblioteca di Belysario (20)

La casa editrice Adelphi rimane l’ultimo baluardo contro la decadenza dell’editoria italiana. Questo breve romanzo (o novella) non poteva mancare in un percorso labirintico dentro la natura umana. La maschera è sul cuscino, quindi si è materializzata. Per quanto sia simbolica “la maschera sul cuscino”, non sarà sfuggito a Schnitzler la possibilità che la maschera si sia materializzata  realmente in un contesto magico, dove il Tonal viene condotto agli estremi della Ragione. Questo aspetto esoterico non deve comunque prevalere sulla grandezza letteraria del Toro Schnitzler, un medico scrittore, molto vicino alle teorie freudiane, cresciuto ed educato nella culla intellettuale viennese dei primi del ‘900. L’edizione che conservo ha una peculiarità: è la 24° del 1999, anno in cui Eyes wide shut usciva nelle sale cinematografiche postumo. 

OM

La caduta del Toro Muccino

La caduta del Toro Muccino

Meglio “La meglio gioventù”, se proprio si vogliono fare confronti. Meglio anche di suo fratello, che come attore potrebbe anche passare, ma come regista rimane un mezzo fiasco. Quarant’anni d’Italia in compagnia di 4 persone. 2 ore e 15 minuti di poca passione, molti anni ’80 e come sempre, una grande Micaela Ramazzotti. Già nel precedente A casa tutti bene, Muccino aveva mostrato il fianco disegnando i soliti italiani. Il quintetto che partecipa al film vede un misto di Terra e Acqua. Toro (Muccino), Ramazzotti (Capricorno), Favino (Vergine), Rossi Stuart (Scorpione), Santamaria (Cancro). Astri o non astri, il film rivela un allargamento della crepa nel cinema italiano e pure nel cinema in generale. Da vedere per l’inizio e la fine e per la scena di Gemma che salendo le scale, cambia ad ogni rampa età e abiti.

OM

Gli “inguardabili”

Gli “inguardabili”

Il Toro Valentina Lodovini interpreta “Cambio tutto”, mentre l’Ariete Miriam Leone si diletta con “L’amore a domicilio”. Il primo è meglio del secondo, ma mentre li visionate potete preparare la cena, rispondere a un uossapp oppure riflettere sulla caduta del cinema italiano.

Summertime!!!

OM

Il mio “Urano” tra le dita

Il mio “Urano” tra le dita

Tralasciando le tendenze politiche (o presunte tali) di Report e del grande Vergine Sigfrido, Signore dell’Anello, una parte dell’ultima puntata era dedicata al tema dell’energie rinnovabili, verdi, green, eco, ecc. ecc. Fin qui nulla di strano, ma il servizio verteva sulla singola abitazione (Toro) come veicolatrice di energia pulita (Urano) che a sua volta crea una rete globale e fraterna (sempre Urano) che va da sopra a sotto, a destra e sinistra fino a a coprire l’area totale della sfera terrestre. E non è utopia o progettualità futura. Esistono già comunità che scambiano energia eolica o solare e che smistano poi il surplus ad altre comunità o fabbriche o altro. Urano in Toro quindi tenderebbe, come già detto più volte, a manifestarsi attraverso le prime tematiche importanti del Toro e cioè il “territorio circoscritto”, la casa, il giardino, il balcone, l’orto (beato chi ce l’ha). Se avete visto o vedrete il servizio, ci si accorge della potenza del singolo che, se associato e collaborativo, può scatenare una vera e propria rivoluzione globale. La casa domotica è un altro aspetto del Transito di Urano, ma direi che la produzione di energia viene molto prima del domorelax.

OM

WhatsApp chat