Categoria: Serie Tv

L’abbaglio della battaglia ovvero Thrones of Flop

L’abbaglio della battaglia ovvero Thrones of Flop

Ieri ho scambiato alcune impressioni sull’ultima stagione di Got (u babe) con Arya Stark (Ariete). Anche per lei l’ultima season assomiglia più ad una cazzata planetaria che non alle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. L’abbaglio della battaglia nel terzo episodio è stato appunto un abbaglio. Hanno addirittura ideato una Monopoly of Thrones, poichè non sanno ancora a chi andrà questo Trono. però ho letto che se compri Grande Inverno e gli metti un paio di case di paglia, la tassa di transito corrisponde alle sette stagioni precedenti.

Minas Tirith, Grande Inverno, Arya Stark e l’Ariete

Minas Tirith, Grande Inverno, Arya Stark e l’Ariete

L’epica battaglia del terzo episodio di Got (durata infinita) è paragonabile alla presa di Minas Tirith ne Il Signore degli Anelli. Ho citato  Arya Stark (Ariete l’attrice Maisie Williams) perchè è la mia preferita a pari merito di Dany Danary e Lady Salsa Tomato. Le grandi battaglie sono del Segno dell’Ariete dato che i soldatini vengono schierati sul terreno a mo’ di pura strategia militare (chi ha Marte in Vergine potrebbe conoscere meglio l’Arte della Guerra). Nell’episodio di Got, subentra però il simbolo scorpionico della morte nonchè la magia nera della resurrezione dei morti. Sine aliento va guardato il terzo episodio di Game of Troni.

Annaud ti presento Harry (Quebert)

Annaud ti presento Harry (Quebert)

Scritto da un Gemelli e diretto (tutti e 10 gli episodi) da una Bilancia, il caso Harry Quebert è una bellissima miniserie tv dove thriller, devianze indiziali, dettagli e visioni d’insieme si mescolano con grande arte. Non ho letto il libro (sic!), ma il Gemelli Dicker probabilmente ha conosciuto Castore, il lato oscuro. Oppure era Polluce?

Ariete vs Sagittario

Ariete vs Sagittario

Belle, interessanti, avvincenti le due serie Netflix dedicate ai signori della droga. Senza dimenticare l’abominio provocato dai suddetti Escobar e El Chapo, i re del narcotraffico appartengono ai due Segni di Fuoco. Se devo dare un punteggio astrologico alla violenza, la bilancia pende per l’Ariete Chiappone in quanto tanti pianeti sono accumulati nel Segno arietino. Sai che consolazione (sic!). Una curiosa differenza tra le due serie. In El Chapo non ci sono donne o meglio sono marginali e scompaiono man mano che ci si addentra negli episodi. In Narcos, invece, i ruoli delle donne sono importanti quanto quelli degli uomini, diventando quasi coprotagoniste. Da vedere 3 stagioni per ciascun narcos. Su questo almeno sono pari.

                                                               

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
WhatsApp chat