Categoria: Capricorno

Zooey Deschanel del Capricorno

Zooey Deschanel del Capricorno

Sono rimasto colpito da Zooey Deschanel, guardando per la prima volta New girl, sitcom di molti anni fa. Zooey è personaggio poliedrico che spazia dalla musica, al cinema, alla televisione, con interessi per la fotografia e via dicendo. La pagina di Wikipedia è colma di varie attività della Zooey. La nostra è Capricorno ascendente Capricorno, con il Sole incollato all’Ascendente quindi con valenze del Leone, Segno sempre dedito allo spettacolo e alle arti più svariate. Si deve ammettere che il suo oroscopo è straordinario e più che creativo e artistico è il Tema Natale di una persona “cazzuta”, ambiziosa, con una energia vitale sopra la norma e di un pragmatismo esagerato. I tre pianeti in Capricorno (Sole, Luna Mercurio) formano un trigono volante con Saturno, Giove, Marte e Lilith nel Segno della Vergine. Credo che Zooey si faccia sempre questa domanda prima di compiere qualunque azione: Ne trarrò vantaggio? Porterà a risultati concreti, tangibili? Le quadrature di Plutone con Sole, Luna e Mercurio sono fatti personali della Deschanel, per cui non le considero. Invece troviamo una Venere in Pesci, in Secondo Campo opposta a Giove, ma anche opposta agli altri pianeti in Vergine e cioè Marte, Saturno e Lilith, nonostante l’opposizione superi i 10 gradi. Questo è un mistero che può essere svelato soltanto nei vari matrimoni dell’attrice, che non rinuncia all’altare (Giove), ma preferisce cambiare (Pesci e opposizione Venere Giove). Ho ascoltato alcuni suoi brani come musicista. Personalmente li ho trovati inascoltabili, però magari come si dice spesso e fuori luogo, “non è il mio genere”.

OM

Risultato immagini per new girl

Capricorni con un grande Eco

Capricorni con un grande Eco

I am Greta – Una forza della natura, è un notevole documovie sull’attività planetaria di Greta Thunberg, portatrice del “Fridays for Future”. Sul docufilm se ne può parlare solo bene, poichè l’unico gigantesco difetto è che è doppiato, ma per fortuna su Praim Amazzonico si può scegliere lingua e sottotitoli. E’ necessaria la lingua originale per cogliere le emozioni di Greta espresse attraverso le parole. Del suo Tema Natale si osserva un grande Capricorno con Venere e Marte congiunti in Scorpione. I pianeti lenti sono tutti perfetti tra loro, mentre i personali di Greta sembrano stare al centro di questa kermesse planetaria. Nel 2020 avremmo dovuto ridurre le emissioni di Co2. Ovviamente i potenti della terra fingevano di interessarsi, promettendo due anni fa, a Greta e al mondo,  di abbattere questo tipo di inquinante. Paradossalmente ci ha pensato il Covid, anche se solo per pochi mesi, con il lockdown che ha spazzato via le polveri sottili in un attimo. L’aspetto che ho gustato nel film è Greta quando riflette sui politici e sui regnanti della Terra. Sembra che li osservi come si dice “da fuori” intuendo palesemente una sorta di “Grande menzogna” celata dietro le loro parole. Una sacrosanta verità che Greta rende candidamente dall’alto dei suoi pochi anni. Il docufilm, più che da vedere, sarebbe da inglobare dentro l’anima.

OM

Il Segno Zodiacale del Capricorno mentre fuori nevica

Il Segno Zodiacale del Capricorno mentre fuori nevica

Se fossi un Capricorno (e lo fui anche) mai leggerei un oroscopo o mai mi verrebbe in mente di prendere in considerazione l’Astrologia. Probabilmente se il fato mi avesse permesso di coltivare l’intelletto, sarei un astronomo, isolato su una montagna o sul punto più a nord del mondo. Se invece il destino crudele mi riserva una vita di stenti e di rinunce allora farò di queste rinunce la bandiera, l’idea, la Via di Saturno, l’utopia del mondo a rovescio. Il Sementovsky quasi in controtendenza, avvia l’analisi del Segno con questa frase: Il tipo Capricorno fisicamente come psichicamente fra tutti gli altri tipi astrologici è senza dubbio il più resistente. E prosegue nell’analisi dettagliata del tipo di resistenza terminando però con l’uso della resistenza e della inflessibile serenità, rivolte a superare i grandi patimenti destinatigli. E infine la classica frase (che personalmente mi ha rotto): La sofferenza è la via più breve verso la saggezza. Altro elemento interessante che pone il Sementovsky è il Capricorno costruttore o padrone della materia e plasmatore anche di essa oppure gli esploratori della natura al servizio immediato dell’uomo. Il Capricorno ama la natura e dunque anche la terra. Mitologicamente ne è il padrone, poiché Saturno insegnò a coltivare la terra e a fabbricare gli attrezzi relativi. Non posso sfatare il mito del Capricorno sfortunato o solitario, ma sarebbe necessario adattare le simbologie saturnine al 21. secolo. Direi che gli attributi del Capricorno, in quest’epoca, sono quasi perfetti: resistenza, serenità, inflessibilità, tenacia, costanza, caparbietà. E chi non li vorrebbe al giorno d’oggi? Nelle varie analisi del Segno si legge sempre che i patimenti del Capro siano la norma. E gli altri 11? Cosa fanno, non patiscono? La peculiarità dei figli di Kronos è che loro affrontano questi “troubles” con serafica calma e gelide emozioni. Sembrano proprio nati per questo secolo. E poi non dimentichiamo che nel Capricorno è insito il concetto di “carriera” e di “duro lavoro”, che in questo tempo ha un significato più forte rispetto al passato. Donne, uomini, bambini, ragazzi, nessuno sfugge alla legge di Saturno che chiede di raggiungere la vetta. Sementovsky riflette il proprio tempo quando scrive del Capricorno donna. Questo è il passaggio, ahimè: Le donne del Capricorno, anche quando sono animate da aspirazioni elevate, si piegano alle esigenze della loro condizione di sposa e di madre. E solo in età avanzata, dopo aver allevato i figli, si sentono in diritto di seguire la strada sulla quale si sarebbero volute avviare sin dalla giovinezza. Oggi, questo non è più vero o per lo meno è ridimensionato parecchio. Sul lato della autoaffermazione attraverso la professione non esiste distinzione tra uomini e donne. Entrambi i sessi tendono alla cima, che poi gli uomini siano ancora i padroni della vetta, questo è risaputo, ma la spinta vocativa delle donne non viene “dopo la famiglia e figli”, ma avviene e basta, come avviene per gli uomini. Su questo fatto uomo e donna del Capricorno sono perfettamente uguali, così come uomo e donna Leone tendono entrambi al dominio del sistema. Capricorni come la roccia, come equilibristi della montagna e della vita, come ricercatori dell’aria pura che si respira lassù in alto o come grandi aquile che alla fine cercano il Segno Zodiacale del Cancro per arrivare prima alla Luna.

OM

 

 

Capricorni antidroga

Capricorni antidroga

E’ uscita per le rotative digitali di Netflix, Sanpa, una buona miniserie che documenta le gioie e i dolori della comunità di San Patrignano e del suo fondatore Vincenzo Muccioli. Questa miniserie, fatta ad arte con “luci e ombre” in egual misura, così lo spettatore è “bilanciato” come il Capricorno, mi fa indagare non sulla validità del progetto Sanpa, ma sul lato esoterico di Muccioli o spirituale o mistico o come lo si voglia chiamare. Nella serie si fa riferimento con qualche accenno, al suo trascorso spiritistico che poi sfociò nella comunità con l’obiettivo di aiutare gli emarginati. Però non ho mai visto una volta negli episodi Il Libro dei Mutamenti in mano a Muccioli, che secondo molti era solito portare sotto braccio interrogandolo senza monete, ogni volta che un ospite aveva un problema. Il Tema Natale di Muccioli è a dir poco confezionato ad hoc per il personaggio che era. Sole e Mercurio sono in Capricorno e qui già si può accennare al delirio spirituale, ma il bello del Tema natale è la Luna in Vergine congiunta a Nettuno e ovviamente trigona al Sole. La congiunzione Luna Nettuno è presente nel Dalai Lama e in tutte le persone con una follia latente che se tutto va bene sfocia nell’arte o nel misticismo più esasperato. Dato che un altro aspetto di Muccioli era questo senso di superfamiglia e di supersolidarietà, si nota nell’Oroscopo una concentrazione di pianeti proprio nel Segno dell’Acquario a suggellare questo lato della personalità. Non so se fosse colpevole o innocente o “fu tutto un business”, però so che quando ho riflettuto sui suoi strumenti coercitivi usati in nome della vita, mi sono venuti in mente i tremendi “agguati”, descritti nei libri di Castaneda, che i vari Nagual confezionavano per i propri adepti. D’altronde uno dei primi dettami di Don Juan era che lo Spirito per rivelarsi aveva bisogno dell’inganno.

Cambiamenti climatici, astrologia e Greta del Capricorno

Cambiamenti climatici, astrologia e Greta del Capricorno

Il cambiamento del clima è in essere da decenni. Colpa dell’umanità? Certo. Naturale evoluzione di madre Terra? Certo. Inclinamento dell’asse terrestre di circa un decennio fa? Certo. La certezza è data dal dubbio. Nel frattempo osservo questo periodo particolare dove astrologicamente la Natura è protagonista. Il ritorno di Saturno, tipo Batman Return, ha implementato piccole e grandi catastrofi. La congiunzione, che durerà ancora fino a Natale circa, di Saturno, Plutone e Giove in Capricorno esalta il lato “agricolo”, “rurale”, terreno del mondo. Però ricordiamo che Saturno è il costringente, Plutone il rigenerante e Giove il crescente. Tutte queste energie sono indirizzate alla Terra. Assisteremo poi, proprio a Natale, ad una clamorosa, (quanto di rara ricorrenza) di Giove e Saturno che si “accordano” nel Segno dell’Acquario, ma per questo ci vediamo a Natale

Saturno porta il freddo, Giove la pioggia e Plutone la lava. Sul freddo e la pioggia si può essere d’accordo, ma la lava? Plutone è il dio degli Inferi ed è chiamato “L’invisibile”, è in analogia con malattie degenerative, profonde e invisibili. In gergo estrae “il marcio che c’è in Danimarca”. Quindi aiuterebbe il processo di rigenerazione della Terra e di tutti gli esseri ad essa collegati. La domanda è: cosa fa Giove, oltretutto in un Segno a lui poco congeniale? Probabilmente se non ci fosse, saremo già sprofondati o inghiottiti come Atlantide. Giove ha questa capacità salvifica, mistica, pacificatrice di accordare le parti. In questi giorni di ottobre si sta spingendo prepotentemente in moto diretto verso Plutone e Saturno e li raggiungerà tra un mese circa. Speriamo che Zeus compia la missione. Intanto tra 2001 e Toy story, Greta Thunberg è nata il 3 gennaio sotto il Segno del Capro:

Jupiter to infinity and beyond!

OM

La biblioteca di Belysario (17)

La biblioteca di Belysario (17)

Fellini incontrò realmente Carlitos, tant’è che De Carlo scrisse un libro su quella esperienza e Manara un fumetto. Questa prima edizione (maggio 1990) non poteva mancare poichè il miscuglio e il caos che ne derivarono da quegli incontri sono leggendari. Mastroianni avrebbe dovuto interpretare Castaneda? Una curiosità: sia Fellini che Castaneda sono del Segno del Capricorno. Però il film non fu mai girato. Soltanto al terzo tentativo Castaneda disse a Fellini che non se ne faceva nulla. Il Potere (come disse Carlitos) non lo permette. Bha! Io l’avrei visto volentieri. Tulum!

OM 

La ineluttabile “retrogradazione” di Saturno

La ineluttabile “retrogradazione” di Saturno

Ormai è fatta: Saturno è tornato in Capricorno e vi rimarrà per molti mesi. Questo moto all’indietro è necessario sia ai singoli Capri, che ai movimenti mondiali dell’umanità. Innanzitutto quello che si è dimenticato per strada si può riprendere, rivalutare, scartare, snocciolare. Se qualcuno si è scordato di usare le forbici, ora, da luglio a dicembre, può comprare le cesoie e fare una bella pulizia di questi rami ormai senza linfa. A livello planetario il ritorno di Saturno ha il significato di riportare l’Etica (non del capitalismo) come stile di vita e come parte integrante della natura umana. In secondo luogo questo “ritorno del padre” che si congiungerà a Plutone e Giove, sarà utile per smascherare (senza mascherine) tutti i bellimbusti che si sono accaparrati i tesori dell’umanità senza lasciare nulla a noi poveri mortali. Abbattiamoli (o tagliamoli?) tutti!

OM

Architetti “deviati” da Plutone

Architetti “deviati” da Plutone

Un architetto donna del Comune di Bologna ha espresso un parere “favolistico” a proposito del nuovo corso sociale e ambientale. Le sue affermazioni precise riguardano la nostra vita e la peculiarità dei comportamenti e degli ambienti: “Guanti, mascherine, distanziamento sociale, barriere e bla, bla, bla e ribla devono essere assolutamente i nostri nuovi “stili di vita”. Non un ambiente pulito, una nuova educazione sociale, non una diversa coscienza civica o aree verdi, piste ciclabili e auto elettriche, ma guanti e maschere da abbandonare per le strade della magnifica città di Bologna. Lo stile di vita che propone l’architetto impazzito bolognese è frutto di pensieri idioti che si aggrappano a qualunque idea pur di farsi notare nel mondo zombie per originalità, prese di posizione nette o proposte da cappuccetto rosso sangue. Fra un mesetto circa Saturno ritorna in Capricorno congiungendosi nuovamente a Plutone e Giove. E’ lì che la forza planetaria spazzerà via sia i corrotti, sia i “bla, bla, bla” al servizio di un potere ormai mascherato e da smascherare. Non si può licenziare un architetto di un Ente pubblico, però lo si può mandare a dirigere il traffico delle pratiche edilizie, anche se non c’entra nulla con Saturno. Purtroppo mi è sfuggito il nome dell’architetto perchè “passava distratta la sua voce alla tv” (cit. d’acciaio) e non posso raccomandarla per un “posto al sole tra gli ombrelloni distanziati dal vento”.

OM

WhatsApp chat