Su Mercurio o del camminare

Su Mercurio o del camminare

10/05/2022 0 Di Belysario

Le attività di Mercurio sono le più basilari dell’essere umano: conoscere, respirare, muoversi per afferrare il mondo con le mani. Il camminare rientra in questi principi mercuriani, cioè il muoversi usando soltanto il ritmo del corpo non forzato dalla corsa (rapporti Marte/Mercurio) o dall’ansia di arrivare in qualche luogo (Mercurio nella versione contemporanea). Le braccia che oscillano sono di Mercurio, mentre le gambe che si muovono all’opposto rispetto alle braccia, sono di Giove. L’asse Gemelli/Sagittario riguarda sia la conoscenza (razionale di Mercurio, intuitiva di Giove), sia il movimento, che per i Gemelli sarà circoscritto o dove naturalmente lo porta il proprio Tonal, mentre per il Sagittario questo movimento spazierà “oltre l’orizzonte”, facendo diventare il viaggio dei piedi un viaggio geograficamente lontano e tendenzialmente spirituale. Il movimento di Mercurio si divide poi in camminare e passeggiare. Camminare rientra in un preciso ritmo simile all’orologio di Mercurio/Vergine, mentre il passeggiare ha una cadenza più blanda, più rilassata, molto simile alla personalità giovenale. Il paradosso è che camminando si “vede”, mentre passeggiando si “guarda”, capovolgendo le attività dei due Segni. I termini vedere e guardare, sono presi a prestito dalla terminologia castanediana per indicare due modi di osservare il mondo, due modi assolutamente veri e inconfutabili, poiché il primo riguarda il Nagual e il secondo il Tonal. Ho notato, inoltre, che la stragrande maggioranza dei camminatori stringe qualcosa in mano (di questi tempi uno smartphone, in altri tempi il walkman), “modus” fortemente sconsigliato da Don Juan, quando istruiva Carlitos sui modi di camminare per “vedere” o fermare il mondo. Dato che le mani sono di Mercurio sembra logico non usarle quando la totalità del corpo compie un’azione di un determinato tipo astrologico. Don Juan suggeriva di piegare leggermente le dita e incrociare gli occhi chiudendoli lievemente, come quando si tende a vedere “sfocato” un oggetto. Da nessuna parte si legge che è sconsigliato l’uso della musica per camminare o passeggiare, anzi essendo Venere/Bilancia in trigono a Mercurio/Gemelli e sestile a Giove/Sagittario, la musica potrebbe essere un incentivo alla concentrazione o comunque creare onde armoniche ai movimenti.

 

Please follow and like us:
fb-share-icon20