“Ho visto il tuo futuro dentro un Centro Commerciale”

“Ho visto il tuo futuro dentro un Centro Commerciale”

I Centri Commerciali chiudono il fine settimana. Un dramma italiano, una catastrofe sociale, una benedizione per chi ci lavora per pochi euro al mese. Queste infernali strutture costruite per agglomerare le pecore in un recinto protetto, potrebbero appartenere simbolicamente al Segno dei Gemelli, con un pizzico di Luna e qualche influenza dell’opulente Sagittario. Il Dott. Reginaldo li importò direttamente dall’America alla fine del 20. secolo, incrementando quella cultura del nulla che già stava prosperando in Italy. Oggi, navigando in uno di questi colossi del consumo di massa, un altoparlante da aeroporto non dava consigli sul risparmio o sulle corsie piene di offerte, ma su come comportarsi socialmente, in mezzo alla gente, senza amare o forse amare la gente. “Lavatevi le mani (e i piedi?), indossate le tute antiradiazioni, mascheratevi, mentite, state lontani, truccatevi con discrezione, non parlate se non siete distanti almeno 1 miglio verde.”. E così via all’infinito, come in quei film dove l’obbligo è la norma e la scelta non esiste più. Pensavo d’essere in mezzo ad Asimov, ai cacciatori di taglie di SW, ai Blade Runner dal 1980 al 2049. This is  Future!!!(??)!!! E non dimentichiamo che ogni film zombie che si rispetti ha nella storia un Centro Commerciale bello, lucente e zeppo di articoli gratuiti. Il titolo del post è suggerito da un Pesci

OM

Please follow and like us:
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

RSS
Follow by Email
Facebook20