Ofiuchi, Balene e Astrologia paradossale

Ofiuchi, Balene e Astrologia paradossale

L’Astrologia è bella perchè puoi inventare, raccontare, romanzare, applicare Tolomeo ai software di Urano. E’ vero che mancano due pianeti all’appello, ma non dimentichiamo che negli ultimi trecento anni sono stati scoperti e applicati a tre Segni altri tre pianeti “mancanti”. Nettuno, Urano e Plutone sono recenti e oggi governano analogicamente i Pesci, l’Acquario e lo Scorpione. L’Astrologia studia, osserva, si adatta all’uomo attraverso uno zodiaco ben definito, che nonostante la precessione degli equinozi, si ritiene esser lassù, ben visibile con i telescopi. La scuola Morpurghiana da anni cerca di scovare, chiamandoli X e Y i due pianeti scomparsi, mai apparsi. Ma quando si legge che l’Ofiuco è il tredicesimo Segno e che la Balena è il 14°, allora possiamo dire che il Tavolo dove scrivo è il pianeta che tanto cerchiamo e la lampada l’Asteroide Lux Fiat. Un certo Schmitd negli anni ’70 creò appunto questo Zodiaco di 14 Segni. In realtà io mi inalbero perchè l’Ofiuco va dal 30 novembre al 18 dicembre, lasciando al Sagittario solo 10 giorni e così via alterando Segni, pianeti e soprattutto il Mito o l’inconscio collettivo dell’Astrologia. Poveri Sagittari che diventano Ofiuchi dalla sera alla mattina e soprattutto poveri Otocioni che ormai non sanno più a che Segni aggrapparsi.

fb-share-icon0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WhatsApp chat